COMUNICATO - L'ASSOCIAZIONE IL SAMARITANO ACCANTO ALLE INCERTEZZE DELLA POPOLAZIONE: QUALE FUTURO PER L'ONCOLOGIA DI CASALPUSTERLENGO E PER GLI OSPEDALI DEL BASSO LODIGIANO?

 

L’Associazione Il Samaritano, ben capendo le gravi urgenze del momento che l’ASST di Lodi e le Istituzioni si trovano a dover affrontare sul doppio fronte della cura dei malati e del contenimento del contagio del coronavirus (COVID-19), volendo proseguire nella propria opera di supporto alle realtà sanitarie del basso lodigiano, desidera dare voce anche in questo momento ai timori dei cittadini (e in special modo delle persone con malattie oncologiche), preoccupati per il significativo e repentino ridimensionamento di alcuni reparti dell’Ospedale di Casalpusterlengo, in particolare dell’Oncologia, vero fiore all’occhiello della sanità lodigiana (accanto ad altri Servizi). Senza alcuna volontà di polemica, e in pieno spirito di collaborazione (secondo quello che è il nostro stile), auspichiamo che si possano avere rassicurazioni sulla riapertura futura del Servizio, e ci diamo sin d’ora disponibili al confronto e all’interlocuzione con gli Enti sanitari preposti, quando sarà possibile. Ugualmente vale per l’Ospedale di Codogno; l’auspicio è che in futuro la popolazione possa tornare a godere dei servizi sanitari a livelli non inferiori a quelli del periodo precedente all’emergenza. Siamo consapevoli che questa situazione modificherà non poco la sanità. L’auspicio è naturalmente che ne esca potenziata anche nel basso lodigiano, perché le necessità dei pazienti alle quali abbiamo fatto fronte fino al mese scorso permangono e continueranno ad essere la nostra priorità, accanto agli operatori sanitari. A loro, ai pazienti e ai loro cari vanno in questo momento tutta la nostra più sincera stima e il nostro più profondo affetto.
(Associazione Il Samaritano Onlus)

*******

Accesso Riservato Soci